Claude Padoan

Ottimizzando i benefici dallo studio del corno, ogni studente, insieme al docente, progetterà un percorso individuale basato sull’esperienza, le capacità e gli obiettivi personali, pianificando le lezioni di ognuno.

Le aree di studio comprenderanno la formazione e il consolidamento dell’embouchure, lo sviluppo del suono, i fondamenti per una corretta tecnica di respirazione, warm-up ed esercizi di mantenimento, conoscenza della didattica dello strumento, tecniche di pratica giornaliera, esercizi di controllo emozionale da performance ed altre aree di lavoro.

Gli studenti avranno un piano di studio personalizzato comprendente la tecnica del corno, il repertorio solistico, studi di esecuzione, i passi d’orchestra e musica di insieme, così come lezioni di ascolto.

L’eventuale esibizione dei corsisti durante il concerto che chiuderà la manifestazione avverrà in seguito all’insindacabile decisione dei docenti ed a titolo gratuito.

La frequenza del corso è subordinata all’iscrizione all’associazione Melaviola.

Prezzo del corso, IVA inclusa

Euro 330 + iscrizione

CURRICULUM

Claude Padoan – Corno

Si diploma in Corno con il massimo dei voti presso il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria sotto la guida del M° Giampaolo Zeri (Orchestra RAI di Milano), frequentando i corsi di composizione e conseguendo nello stesso anno il diploma di maturità artistica.

Successivamente si perfeziona con i Maestri H. Baumann (solista internazionale), E. Penzel (1° corno solista Gewandhaus Orchestra, Lipsia), G. Cass (1° corno solista Suisse Romande Orchestre, Ginevra), I. James ( Royal Academy in London), J. Falout (1° corno solista Simfoniki RTV Orchestra, Lubiana), V. Globokar (IRCAM’ director of instrumental and vocal research, Parigi), M. Rota (1° corno Orchestra RAI di Torino), G.Zoppi (1° corno Orchestra RAI di Torino) ed altri.

Vince per 2 anni consecutivi due Borse di Studio indette a concorso dalla Fondazione “R.F. Mecenati” – categoria solista.

Vincitore del 1° premio al Concorso Nazionale “Il Concertista” di Taranto – categoria musica da camera. Vincitore del 1° Premio al Concorso Nazionale di Esecuzione Cameristica di Rovereto.

Ha vinto una Borsa di Studio per il Corso di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, indetto a concorso dalla Comunità Europea.

Svolge attivita’ concertistica come solista in complessi da camera e con orchestra; ha effettuato varie registrazioni discografiche (Decca Records, Arkadia Records, Tactus Records, Naxos Records, Fonè Records) e televisive (Pavarotti International – Registrazioni Rai Radio Televisione Italiana).

Ha collaborato, con varie formazioni strumentali, con le maggiori Associazioni Musicali italiane (Amici della Musica di Firenze, di Milano, di Roma, di Palermo, di Venezia, di Vicenza, di Treviso, etc., A.Gi.Mus., A.R.A.M, As.Li.Co, Gioventù Musicale Italiana, I Pomeriggi Musicali di Milano, Società dei concerti di Milano, Associazione Mozart Italia, Associazione Scarlatti di Napoli, e molte altre), suonando con direttori d’orchestra e solisti di fama quali George Prêtre, Riccardo Chailly, Piero Bellugi, Daniele Gatti, Gustav Kuhn, Valery Gerghiev, Rudolf Buchbinder, Maurizio Pollini, Andrea Lucchesini, Maria Tipo, Vladimir Ashkenazi, Uto Ughi, Salvatore Accardo, Sergei Krylov, Giuliano Carmignola, Pierre Amoyal, Mario Brunello, Enrico Dindo, Paul Meyer, Maurice Bourgue, Luciano Pavarotti, Cecilia Bartoli, Monserrat Caballé, Katia Ricciarelli, Leo Nucci, Renato Bruson, per citarne alcuni.

Partecipa a numerosi Festival organistici con il suo duo corno/corno naturale e organo, con il quale svolge un’intensa attività concertistica, e stagioni concertistiche con il suo trio corno/corno naturale-soprano e pianoforte/fortepiano, riscuotendo numerosi consensi.

Ha suonato, con diverse formazioni, in teatri e sale da concerto quali l’Accademia di S. Cecilia di Roma, il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Lirico di Milano, il Teatro S. Carlo di Napoli, il Teatro Grande di Brescia, il Teatro Donizetti di Bergamo, il Teatro Ponchielli di Cremona, il Teatro Regio di Parma, il Teatro Parioli di Roma, il Teatro La Fenice di Venezia, Auditorium Pollini di Padova, il Teatro G.Verdi di Trieste, il Teatro Rossini di Pesaro, il Teatro comunale di Firenze, il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro Comunale di Ferrara, il Teatro Comunale di Bologna, la Sala Verdi di Milano, e molti altri. Vanta anche esibizioni all’estero.

Ha suonato con varie orchestre, tra cui: Orchestra “A. Toscanini” di Parma, Orchestra dei Filarmonici di Torino, Orchestra Stabile di Bergamo, Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Orchestra d’Archi Italiana, Grande Orchestra Sinfonica “Giuseppe Verdi” di Milano, Orchestra del Teatro “Giuseppe Verdi” di Trieste, Royal Philharmonic Orchestra di Liverpool, Akademisches Orchester Berlin, Orchestra Milano Classica, Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, Orchestra Filarmonica Italiana, Orchestra dell’Università di Milano, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra Cantelli di Milano, UECO United Europe Chamber Orchestra, Orchestra Sinfonica di Lecce, Orchestra Sinfonica di Bari, Orchestra “Gioachino Rossini” di Pesaro, Orchestra Filarmonica di Udine, Orchestra Stabile di Como, Orchestra Filarmonia Veneta, Orchestra Accademia di San Giorgio di Venezia, Orchestra del Teatro Comunale di Ferrara e molte altre, alternando sia il repertorio per orchestra da camera sia per grande orchestra sinfonica.

Ha tenuto master class in Italia ed insegnato in varie scuole di musica.

E’ membro di giuria in concorsi nazionali ed internazionali.

Ha insegnato in vari conservatori di stato tra i quali il Conservatorio di Firenze, il Conservatorio di Trieste, il Conservatorio di Bari, il Conservatorio di Monopoli, il Conservatorio di Perugia.

Attualmente è docente titolare della cattedra di Corno e Corno Naturale, vincitore del concorso nazionale a cattedre per i conservatori italiani, nonchè docente di discipline di informatica musicale presso il Conservatorio Statale di Musica B.Marcello di Venezia.

Sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento e delle relative prassi esecutive con l’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale.