Paolo De Rossi

Approfondimento delle diverse problematiche tecnico-interpretative connesse alla letteratura violinistica, senza escludere nessun  periodo storico: credo più proficuo e didatticamente valido accogliere, nell’ambito delle lezioni, tutte le scritture che la letteratura violinistica presenta, così da offrire la massima libertà e varietà agli studenti partecipanti.

L’eventuale esibizione dei corsisti durante il concerto che chiuderà la manifestazione avverrà in seguito all’insindacabile decisione dei docenti ed a titolo gratuito.

La frequenza del corso è subordinata all’iscrizione all’associazione melaviola.

Prezzo del corso, IVA inclusa

Euro 330 + iscrizione

CURRICULUM

Paolo De Rossi – Violino

Paolo De Rossi,  veneziano, ha studiato presso il Conservatorio “B. Marcello” di Venezia  nella classe del M° Sirio Piovesan, diplomandosi brillantemente in Violino e successivamente anche in Viola. Si è poi perfezionato seguendo per due anni le lezioni di Paolo Borciani, primo violino del Quartetto Italiano.
Suona in formazione di Duo con pianoforte nelle maggiori città italiane, in Gran Bretagna (Londra, Cambridge e Oxford), in Croazia ( Fiume, Rovigno e Pola), in Grecia (Cefalonia), e nel 1984 vince il Primo premio al Concorso Internazionale “Città di Stresa” per la sezione di duo.
In qualità di primo violino del Nouveau Ensemble Européen ha effettuato tournées in Francia e Belgio,  è stato inoltre prima parte dell’Orchestra Haydn di Bolzano e dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari.
Numerose sono le partecipazioni in formazioni cameristiche (Ensemble del Teatro G. Verdi di Trieste, Orchestra da Camera Haydn di Bolzano, Orchestra da Camera di Treviso, Camerata Musicale Veneta) che lo hanno portato ad esibirsi in Germania, Francia, Svizzera, Austria, Ungheria, Cecoslovacchia, suonando tra gli altri al Festival Internazionale di Bordeaux e al Festival dei Due Mondi di Spoleto.
Come primo violino e solista del complesso Galuppi Ensemble di Venezia specializzato nell’interpretazione della letteratura violinistica del ‘700 veneziano, si è progressivamente dedicato allo studio della prassi esecutiva in ambito barocco, che tutt’ora accosta ed approfondisce in vari gruppi con strumenti originali dell’epoca (per il repertorio antico suona un violino Fichtl del 1724).
Dall’incontro con i musicisti G.U. Battel (pianoforte) e A. Amadio (violoncello) forma il Trio di Venezia con lo scopo di dedicarsi, oltre che al repertorio tradizionale, anche alla ricca ma poco conosciuta produzione musicale degli ultimi due secoli legata alla città di Venezia. In questo contesto avviene il debutto nel 2000 suonando per la Biennale di Venezia e l’ incisione dei Trii op.5 e op.7 di E.Wolf Ferrari per la casa discografica Nuova Era.
E’ stato invitato come membro di giuria alla settima edizione del Concorso Internazionale di Violino a Brasov, in Romania.
Dopo aver insegnato per sette anni presso il Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano, dal 1989 è titolare di cattedra di Violino presso il Conservatorio “B. Marcello” della sua città.