Presentazione video

Paolo Vicari

Batteria jazz

Programma di studio

– Approfondimenti tecnici dei rudimenti per tamburo ed orchestrazioni sul drum-set.

– Studi dei poliritmi di base. (patterns di 4 misure/ interpretazione/ comping/ solo).

– Le origini. Il “Second line” drumming. Il Ragtime.

– Studi sulla coordinazione. (comping di difficolta’ progressiva). Applicazioni nelle forme compositive tipiche: Blues, AABA, AB, AABC. L’arte del piatto musicale. Nuove tecniche.

– Studio del fraseggio e dell’interpretazione jazzistica, attraverso la lettura e l’esecuzione di passi tratti dalla letteratura per batteria e percussioni jazz, tratti da temi, assoli, parti orchestrali, riferiti al periodo degli anni ‘20 e ’30 (da New Orleans a Chicago: Baby Dodds, Zutty Singleton, Ray Bauduc, Cozy Cole, Big Sid Catlett, Gene Krupa, Buddy Rich) e del periodo be-bop.

– Studio del repertorio jazzistico, tratto dalla letteratura solistica e orchestrale per batteria e percussioni, riferito alla produzione dei seguenti artisti: Louis Armstrong (Warren “Baby” Dodds), Benny Goodman, (Gene Krupa), Count Basie (Papa Jo Jones), Big Sid Catlett, Duke Ellington (Sonny Greer, Louis Bellson), Joe Marsala, Artie Shaw, Tommy Dorsey Nat King Cole, Ella Fitzgerald (Buddy Rich), Lionel Hampton, Ray Bauduc. Analisi del bebop e studio di comping e soli storici di Max Roach e Philly Jo Jones.

– Il Be-Bop: Gli stili di Kenny Clarke, Max Roach, Art Blakey & Philly Jo Jones.

– Le contaminazioni con la cultura musicale caraibica. Afrocuban grooves.

– Studi sulla coordinazione ritmica con riferimento allo stile be-bop e post-bop di difficoltà progressiva. Forme: AB, AABA, ABCD, Modale etc.

– Approfondimenti tecnico-strumentali sugli accenti e sui poliritmi.

– Studio delle modulazioni metriche ed applicazione sul drumset.

– Approfondimenti tecnici, ritmici, melodici, armonici del jazz e dei nuovi linguaggi con riferimento alla cultura post-bop degli anni ‘60. Gli stili di Elvin Jones, Tony Williams, Roy Haynes, Billy Higgins, Mel Lewis, Ed Blackwell, Jack De Jonhette.

– Approfondimento del fraseggio e dell’interpretazione jazzistica e contemporanea, lettura ed esecuzione di soli e/o passi da letteratura per batteria e percussioni, tratti da temi, soli, parti orchestrali, riferito in prevalenza alla produzione degli anni ’50 e ‘60. Linear Phrasing.

– Studio del repertorio jazzistico, tratto dalla letteratura solistica per batteria e percussioni, riferito alla produzione dei seguenti artisti: Bill Evans, Herbie Hancock, Miles Davis, John Coltrane, Charles Mingus, Dizzy Gillespie, Charlie Parker, Thelonious Monk, Bud Powell, Clifford Brown, Sonny Rollins, Miles Davis, Gerry Mulligan, Chet Baker, Art Pepper, Tony Scott, James Peter Giuffre, Lennie Tristano, Lee Konitz, David Brubeck, Stan Getz, Paul Desmond, John Lewis, Art Blakey, Horace Silver, John Coltrane, Cannonball Adderley, Stan Kenton, Gil Evans, Charlie Mingus, Bob Brookmeyer.

– Studio e sviluppo di una cifra stilistico-interpretativa individuale e originale.

L’eventuale esibizione dei corsisti durante il concerto che chiuderà la manifestazione avverrà in seguito all’insindacabile decisione dei docenti ed a titolo gratuito.

La frequenza del corso è subordinata all’iscrizione all’associazione melaviola.

Prezzo del corso, IVA inclusa

Euro 330 + iscrizione

CURRICULUM

Paolo Vicari – Batteria jazz

Batterista, nato ad Enna il 6 maggio 1992.

Intraprende i primi studi di batteria e percussioni all’età di 12 anni presso la scuola media statale ad indirizzo musicale “G. Pascoli” di Enna sotto la guida del maestro Salvatore Borzillieri. Con l’Orchestra Didattica “G.Pascoli” vince numerosi premi a livello nazionale.

Nel 2004 comincia a studiare e specializzarsi nel Jazz presso l’Accademia Musicale Siciliana “Enzo Randisi” diretta dal maestro Giovanni Mazzarino.

Nel 2012 intraprende gli studi presso il dipartimento di musica Jazz del Conservatorio “V. Bellini” di Palermo.

Unico batterista italiano selezionato per l’anno accademico 2014/2015 presso il prestigioso KUG Jazz Institute di Graz(Austria) dove ha studiato con il Batterista americano Howard Curtis.

Nell’ottobre 2015 entra a far parte dell’Orchestra Jazz Siciliana, la prima e unica orchestra permanente di Jazz in Italia, che ha sede al Brass Group di Palermo.

A novembre 2016 viene nominato Docente di Batteria Jazz presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Arturo Toscanini” di Ribera (AG).

Dal 2015 è direttore artistico della rassegna “Sorseggio In Jazz” ad Enna.

Vincitore di diversi premi nella categoria musica Jazz: Premio “Pippo Ardini”, Premio “Benedetto Albanese”, Premio “Salvatore Gioia”, Premio “G. Raciti”, Premio “Marco Tamburini”.

Vanta collaborazioni musicali, in Italia e all’estero, con importanti musicisti del panorama jazzistico: Bobby Watson, Rosario Giuliani, Luca Aquino, Giorgio Rosciglione, Enrico Pierannunzi, Barbara Casini, Stjepko Gut, Roberta Gambarini, Francesca Tandoi, Becki Biggins, Monica Mancini, Gregg Field, Sandro Zerafa, Luca Biggio, Rino Cirinnà, Nello Toscano, Seby Burgio, Alessandro Presti, Giacomo Tantillo, Vito Giordano, Orazio Maugeri, Claudio Giambruno.